luke-skywalker-star-wars-gay

Sui possibili risvolti gay della saga di Star Wars si ha l’impressione che di troppo chiacchiericcio e pochi fatti si nutre la faccenda. Cos’, dopo la possibile storia d’amore tra  Finn e Poe., lanciate all’Ellen DeGeneres Show da John Boyega a lanciare il sasso e nascondere la mano ci ha pensato il regista della serie J.J. Abrams, oltre che l’attore di Luke Skywalker, Mark Hamill.

Il regista de “Il risveglio della forza” getta solo benzina sul fuoco, visto che a quanto pare non dirigerà i prossimi capitoli, e si diverte a farci sperare in qualcosa che probabilmente non avverà mai.

“Mi piacerebbe un sacco. Per me, il bello di Star Wars è la gloria della possibilità. Quindi sembra pazzamente ottuso e controintuitivo dire che non ci potrebbe essere un personaggio omosessuale in quel mondo. Quando parlo di inclusione non sto escludendo i personaggi gay. Parliamo di inclusione. Quindi, certo”.

Ora qualche giorno fa a parlare è stato Mark Hamill

“I fan   mi scrivono e mi fanno tutte queste domande: ‘Sono oggetto di bullismo a scuola, ho paura a fare coming out’. Mi chiedono ‘Luke potrebbe essere gay?’ Io rispondo che dipende da come lo spettatore lo interpreta. Se pensate che Luke sia gay, certamente lo è. Non dovete vergognarvi. Giudicate Luke dalla sua indole, non da chi ama.”

Chi vivrà, vedrà.

 

Altre cose che ti potrebbero interessare...