delitto_perfetto-baciogay

Rai Due non ha mandato in onda la scena di sesso gay nel telefilm “Le regole del delitto perfetto”, conosciuto anche come How to get away with a murder, mandando in onda però, la stessa sera, le scene di sesso etero presenti nel telefilm. La censura ha creato una serie di polemiche sul web, da twitter a facebook, che hanno spinto Rai Due a scuse, tardive in ogni caso, e a rimediare mandando di nuovo in onda l’episodio, di nuovo in prima serata alle 21.05, ma questa volta senza omissioni.

“Un eccesso di pudore” viene divulgato tramite i social del network. Ormai siamo abituati ai pudori di Mamma Rai, e in fondo ci siamo anche “affezionati”, sarebbe stato strano il contrario. Dalla sua nascita è stata una mamma bacchettona e bigotta, filo-regime, cattolica oltranzista, di quelle pudiche. Una Nonna più che una mamma. Di quelle “si stava meglio quando si stava peggio”, che preferisce un rassicurante (e raccapricciante, aggiungerei) Don Matteo a un destabilizzante Brokeback Mountain. Una nonna che però vuole sembrare giovane ma finisce per essere solo giovanile. Così quando annuncia di voler far diventare Raidue la sua rete giovane, manda in onda Jane The Virgin e tiene a specificare tramite la propria direttrice di rete “che è un tema all’avanguardia”, per via della storyline sull’inseminazione. Manda in onda Brokeback Mountain ma toglie ogni scena di sesso. Una Nonna che ha paura di spendere i milioni di euro che spende in prodotti di qualità e ci lascia vedere fiction che “The Lady” in confronto merita il Golden Globe.

LEGGI LA SCHEDA DI LE REGOLE DEL DELITTO PERFETTO NEL QUEER TV DATABASE

Vecchia, rattrappita e sonnifera. In confronto ai grandi network occidentali è ferma agli anni ’60. Non ha l’audacia della BBC, nè la professionalità di France 2. Personalmente credo non abbia più nemmeno senso di esistere. In una epoca dove l’informazione corre alla velocità della luce, dove i prodotti vengono fruiti in anteprima tramite il web, la Rai dovrebbe cercare di rinnovarsi per essere non solo al passo dei tempi, ma per lo meno per sopravvivere. Ma probabilmente Nonna Rai sente il peso di tutti gli anni che ha e, di certo, farebbe più figura se andasse in pensione. Dopotutto ha avuto i suoi anni di gloria e le sue rivoluzioni, ma al passo coi tempi a dire il vero, le ha fatte. Ma 50 anni della sua storia non possono riscattarsi solo grazie all’ombelico della Carrà.

 

Altre cose che ti potrebbero interessare...