hunter-tylo-taylor-beautiful-soap-opera-

Hunter Tylo, la Taylor di Beautiful, è una delle Queens of Drama, una delle regine incontrastate delle soap operas. Se tutti noi la conosciamo grazie al ruolo della dottoressa Taylor Hayes in Beautiful, sono stati innumerevoli i ruoli nei polpettoni sentimentali che tanto la tv USA (e non solo) ama. People la inserì nella lista delle 50 donne più belle del mondo e, probabilmente, aveva anche ragione. Ma c’è da dire che Hunter Tylo non è come il buon vino che invecchia bene. La sua decisione di, con gli anni che passano, abusare di botox e chirurgia estetica l’ha resa quasi irriconoscibile agli occhi dei telespettatori.

taylor-spia-dalla-porta-beautiful
Taylor mentre spia una conversazione, in Beautiful.

Eppure Hunter Tylo è una che di strada ne ha fatta… e parecchia. E da sola. Da All my children a Days of our life fino a La figlia del Maharajah [fonte] (che però ebbe successo solo in Italia [fonte], con 8 milioni di telespettatori nella prima trasmissione televisiva, avvenuta nel 1995 [fonte])

LEGGI LA SCHEDA DI BEAUTIFUL E DI HUNTER TYLO NEL QUEER TV DATABASE

Una vita sul set quella di Hunter Tylo e… in tribunale.  L’attrice di Beautiful, infatti, è stata regina dei rotocalchi Americani anche per le cause legali (almeno tre) che ha intentato, la più famosa contro il magnate televisivo Aaron Spelling, che le fruttò 5 milioni di dollari di risarcimento.

Era il 1996 ed Hunter Tylo lasciò beautiful dopo una proposta a dir poco allettante da parte di Aaron Spelling (produttore di Beverly Hills 90210, Charlie’s Angels e chi più ne ha più ne metta), che l’assunse per il ruolo di Taylor McBride nella celebre serie televisiva Melroce Place, che all’epoca aveva un buon rating [fonte] ed era molto popolare, soprattutto grazie al successo planetario che aveva la sua serie madre Beverly Hills, 90210, di cui era lo spin-off. Quando Aaron Spelling venne a sapere che Tylo aspettava un bambino, l’attrice (che comunque aveva mantenuto una ottima linea nonostante la gravidanza, come dimostravano le foto poi mostrate in tribunale dall’accusa) fu rimpiazzata da Lisa Rinna (che durante la causa, annunciò di essere incinta [fonte], tanto che il suo personaggio, anche nella serie tv ebbe lo stesso “destino”). A detta di Spelling, o almeno questa era la difesa, il personaggio era stato concepito per essere una seduttrice e la dolce attesa di Tylo non era in linea con le aspettative del character. [fonte]

lisa rinna incinta melroce place
Lisa Rinna, in stato interessante, in una scena della serie tv Melroce Place, prodotta da Aaron Spelling.

Hunter Tylo, per fortuna, vinse la causa, con un risarcimento di quasi 5 milioni di dollari (4 milioni di dollari per lo stress emotivo e 894.601 dollari per la perdita economica) [fonte]. Come dichiarò l’attrice, fu

“Una grande vittoria per tutte le donne”.

Ed era vero.

Anni buoi, passati in tribunali, sarebbero purtroppo arrivati per lei. Era il 2007 e, purtroppo, una gravissima perdita avrebbe fatto capolino nella sua vita. Durante le riprese di Beautiful, la Taylor ricevette una telefonata, i suoi colleghi la videro impallidire e cadere al suolo, dove iniziò a piangere in modo straziante.  Il suo secondogenito, Michael, era morto.

Era il 18 Ottobre del 2007 e suo figlio Michael si trovava in piscina con suo fratello Christopher, con il quale il ragazzo abitava. Dopo aver passato la serata insieme, Christopher va a dormire e Micheal resta a chiacchierare al telefono ancora un altro po. Il giorno dopo viene ritrovato annegato. [fonte]

Hunter Tylo, sconvolta dal dolore, presenta una querela per omissione di soccorso contro la psicologa ed assistente sociale, che , a detta sua, sarebbe stata la responsabile della morte del suo figlio 19enne.

la-figlia-del-maharajah-hunter-tylo
Hunter Tylo in una scena de “La figlia del Maharajah”. Nel cast anche Kabir Bedi.

Shanna Downing della Horizon Family Therapy & Wellness Center, secondo l’attrice, avrebbe consigliato a suo figlio, Michael Edward Tylo, di smettere di prendere le sue medicine e questo avrebbe provocato la crisi epilettica che l’ha condotto alla morte per annegamento.
Nei documenti del tribunale presentati nella Contea di Clark, Tylo sostiene che Downing ha detto alla famiglia Tylo che le crisi epilettiche di Micheal avvenivano

 “a causa dello stress che stava sperimentando a causa della rottura dei suoi genitori, una volta lo stress sarebbe stato eliminato … i suoi attacchi sarebbero scomparsi “. [fonte]

Hunter Tylo perde la causa ed è costretta a risarcire a Shanna Downing  circa 885,000 dollari. Secondo il giudice Clark County, giudice della Corte Distrettuale Timothy C. Williams:

“[Tylo] non è stata in grado di portare nessuna prova per accertare che Downing sia stata negligente nella cura e nel trattamento di qualsiasi membro della famiglia Tylo”

Successivamente la Tylo viene chiamata come testimone nel processo che Patricia McCoy, un’insegnate di danza classica ottantenne, ha intentato contro la star della soap Days Of our life, Holly Gagnier (che interpretava Ivy Jennings). La McCoy ritiene che la Gagnier avrebbe sabotato volontariamente un film che avrebbe dovuto girare insieme ad Hunter Tylo, basato su un libro scritto dall’insegnante di danza nel 1999.

hunter-tylo-2016 botox
Hunter Taylor e la chirurgia estetica

Secondo l’accusa Hunter Tylo avrebbe rifiutato di prendere parte al film dopo che la Gagnier avrebbe contattato il Manager dell’interprete di Taylor Hayes di Beautiful, affermando che la McCoy era donna sessualmente promiscua, il cui intento era quello di adescare personaggi famosi, con il solo scopo di spingerli a firmare contratti per poi accusarli di violazioni contrattuali. [fonte]

Per Hunter Tylo magari un’altra causa sarebbe stata troppo… e come biasimarla. Ha rifiutato la parte e, con essa, la possibilità di fare qualche altra capatina in tribunale.

Altre cose che ti potrebbero interessare...