star-trek-omosessualita

Un recente, e peraltro interessante,  articolo del sito in inglese Humanist mi ha lasciato riflettere su uno spunto, per altro non nuovo ai dibattiti Trekker, ossia la quasi totale assenza di tematiche omosessuali nell’universo di Star Trek. La serie è una delle più importanti mai apparse in tv sia per l’affetto che il fandom prova da ormai 50 anni nei suoi confronti (forse tra i più attivi al mondo), sia per le straordinarie tesi filosofiche e umaniste che la serie tv di Gene Roddenberry ha reso evidenti nella propria trama. Una società aperta, interrazziale anche in tempi non sospetti,  un approccio ateo agli aspetti della vita e della società (cosa che rispecchia le tesi dello stesso produttore, Roddenberry appunto, che non ha mai nascosto la sua mancanza di fede). 

Quando Gene Roddenberry ha portato Star Trek in televisione nel 1966, ha portato con sé la prima rappresentazione positiva di un carattere giapponese con il timoniere Hikaru Sulu. Nel bel mezzo della Guerra Fredda, lo spettacolo ha poi introdotto il russo Pavel Chekov come ufficiale tattico. Nel pilot Roddenberry voleva includere l’attrice Majel Barret come secondo in comando, ma i dirigenti dello studio rifiutarono. Roddenberry ha posto con successo il tenente Nyota Uhura sul ponte, un personaggio femminile afro-americano il cui cognome deriva dalla parola Swahili che significa “libertà”. Eppure le storie gay sono state quasi sempre eliminate.

il “Pocket Books 1992 guideline for story submission”, ossia le linee guida su come inviare materiale creativo, affermavano “NON siamo interessati a libri che suggeriscano qualcosa di diverso dall’amicizia tra i personaggi dell’Enterprise”. Nessun film o serie tv di star trek ha incluso un personaggio che si identifica come lesbica, gay, bisessuale o transgender nè tanto meno sono state affrontate tematiche che affrontano apertamente i diritti LGBT. Non che non c’abbiano mai provato, alcuni tentativi da parte dei produttori sono stati sistematicamente bocciati dal network, non propriamente in linea con lo spirito della produzione.

Nel 1987 Gene Roddenberry ha dichiarato che ci sarebbero stati personaggi gay in Star Trek The Next Generation. Ciò che è seguito è stata una polemica, tra gli appassionati, lunga 50 anni, ma la promessa non è stata mantenuta.
George Takei, che ha interpretato il tenente Sulu, ha partecipato a un gay pride nel 2006. Nel 2005, Takei si è poi dichiarato gay,

Nel mese di ottobre 2011, Zachary Quinto, che interpreta Spock nel lungometraggio dedicato alla serie, si è poi anch’egli dichiarato omosessuale.

bacio-lesbo-gay-star-trek

LISTA EPISODI DI STAR TREK CHE AFFRONTANO TEMATICHE LGBT  (Gay / Lesbiche / bisessuali / Transgender)

STAR TREK (Serie Classica)

  • “L’inversione di rotta”

In questo episodio, l’ultimo della prima stagione, una vecchia fiamma di Kirk, attira il comandante su Camus || e, con una macchina, scambia la sua mente con quella del capitano. In questo modo, al corpo di Kirk corrisponde la mente della donna.

STAR TREK THE NEXT GENERATION

  • Blood and Fire

Lo scrittore di fantascienza David Gerrold era insieme a Roddenbbery quando quest’ultimo promise che ci sarebbe stato un personaggio LGBT in The next generation, Quando venne elaborato lo script di questo episodio, in cui una coppia gay sarebbe dovuta essere la protagonista, la cosa non venne vista di buon occhio dal network che, con la scusa secondo cui lo show in molti paesi andava in onda di pomeriggio (e di conseguenza avrebbe potuto shoccare i telespettatori più giovani), decise di bocciare l’episodio. “Blood and Fire” (Sangue e fuoco) sarebbe dovuto essere una allegoria sull’AIDS e, tra l’isteria generale che la sindrome provocò, l’episodio nonè mai stato prodotto

  • La figlia di Data

Data crea in laboratorio un umanoide di genere neutro, che chiama Lal e che sarà suo figlio.

  • Il diritto di essere

E’ il 1992 e l’episodio intitolato “The Oucast” torna ad affrontare il tema del gender: il comandante William Riker si innamora di Soren, un membro di una Specie androgina J’naii. Soren si sente però intimamente donna.

STAR TREK DEEP SPACE NINE

  • Riuniti

In questo episodio c’è il primo bacio tra due persone dello stesso sesso della storia di Star Trek. Jadzia Dax scopre che la Dottoressa Lenara Kahn sta per arrivare su Deep Space Nine. Jadzia e Lenara non si sono mai viste prima, ma i loro simbionti, Kahn e Dax, sono stati marito e moglie. Il grande amore che li univa in passato è oggi più vivo e intenso che mai e Jadzia e Lenara sono pronte a sfidare le rigide regole della società Trill che impone un distacco completo dai legami affettivi degli ospiti precedenti, pur di continuare a vivere il loro amore.

STAR TREK ENTERPRISE

  • La Sindrome

Durante un convegno di medicina, il dottor Phlox cerca di convincere i vulcaniani a cedergli la cura per la sindrome di pa’nar, una malattia che i vulcaniani contraggono con le fusioni mentali (illegali). Lo scopo del dottor Phlox è quello di curare T’Pol, che, quando la cosa viene allo scoperto, rischia di essere licenziata. La storia è una allegoria dell’AIDS. Trent’anni più tardi. Senza la coppia gay.

Altre cose che ti potrebbero interessare...