Synopsis

A teenage boy with a sex therapist mother teams up with a high school classmate to set up an underground sex therapy clinic at school.

 

TRATTO DA “IL CORRIERE.it”

Eric Effiong, l’ingenuo

Eric è probabilmente il personaggio migliore di Sex Education, il meglio costruito e quello con l’arco narrativo più «dinamico»: nel corso degli episodi della prima stagione lo vediamo cambiare quasi radicalmente, scendere nelle profondità dell’io e risalire. Anche lui incarna l’istanza del «diverso» e del «paria» sotto più di un punto di vista ma lo show di Laurie Nunn non ha paura di indirizzarne l’omosessualità nella maniera più nitida possibile orientandosi su un altro ruolo, quello de «l’ingenuo». Quando conosciamo Eric si potrebbe quasi dire che rappresenti lo stereotipo della persona appunto omosessuale sopra le righe che è tutta un fuoco d’artificio, tanto da far pensare per esempio a un Pinot Noir – personaggio che prendiamo in prestito da una divertentissima serie Netflix chiamata Unbreakable Kimmy Schmidt – ancora giovane. Nei fatti, però, i successivi incontri con Eric mostrano la mancata consapevolezza del ragazzo di un mondo pericoloso e crudele, e di una società che non cessa di creare frizione con i naturali istinti profondi dell’individuo. Così si concretizza su piccolo schermo l’assassinio di una certa innocenza, di un desiderio profondo di libertà e di una spinta spontanea alla creazione di un’identità che sia propria ed esente da schemi preesistenti; con la differenza che alle spalle di Eric non c’è un padre tipicamente freddo e castigante, ma comprensivo. Sex Education porta così avanti la sua missione di trasformazione in maniera fresca e autentica, schivando ogni possibile istigazione alla pietà – Eric è una persona saggia, sicura di sé e determinatissima – e restituendo agli spettatori una persona, oltre che un personaggio, a tutto tondo. Una fetta di critica americana, va detto, non ha particolarmente gradito che un essere umano così fiero finisca per innamorarsi del suo bullo e carnefice personale (Adam Groff, si vedano le schede successive).

Showtime

Select a cinema

  • Netflix